Monte Epomeo: Formato tra i 33.000 e i 28.000 anni fa, il monte Epomeo non è un vulcano avendo una struttura vulcanico – tettonica, l’Epomeo nasce da un movimento verso l’alto di un blocco di roccia vulcanica proveniente dalle profondità del fondo marino.

L’Epomeo è la montagna più alta dell’isola raggiunge circa 780 metri e ha una vegetazione prevalentemente di tipo macchia mediterranea. Ha diversi tipi di vegetazione tra le più riconosciute possiamo notare vaste piantagioni di castagneti e pinete, scendendo per la valle sia dalla parte nord ma soprattutto dalla parte occidentale, possiamo notare molti terrazzamenti di vigneti suddivise da tipiche parracine, muri a secco formati dal tufo verde. Molti delle parracine che suddividevano il terreno potete trovarne anche tra i boschi insieme a molte grotte e case scavate in esso che in epoca antica servivano ai contadini per rifugiarsi durante i giorni di mal tempo e molte fosse della neve che venivano scavate per la conservazione della neve.

La vetta del monte Epomeo è visibile e raggiungibile da più punti sull’isola ma il percorso più facile da dove poter partire è la piazza di Fontana. Dopo un ora e mezza di trekking o in groppa ad un animale da soma, si arriva alla vetta dove poter ammirare, in tutta la sua grandezza, l’isola verde. Essa offre una visuale dall’alto di tutti e sei i comuni e, se il tempo è favorevole e limpido, all’orizzonte potete avere una visuale su tutto il golfo di Napoli, la penisola Sorrentina e le isole Pontine.

In cima all’Epomeo ad accompagnarvi, dopo il fascino indiscusso del paesaggio, vi è un altro luogo affascinate e misterioso: l’Eremo di San Nicola.

La chiesetta situata sulla vetta, storicamente stava a simboleggiare un elevazione spirituale ed è proprio qui infatti che la nobildonna Beatrice Quadra, vedova d’Avalos, fondò un ritiro per monache, che non resistettero a lungo a causa del clima e si spostarono sul Castello Aragonese.

Una tra le tante leggende di Ischia e studiata a lungo da molti curiosi, narra che il Monte Epomeo dovrebbe essere una tra i tanti ingressi nel regno di Agharti, un regno sotterraneo.

Avventuratevi tra il fascino e il mistero di questa montagna, è consigliato andarci nelle prime ore del mattino per godere a pieno le luci dell’alba.

Il Monte Epomeo di Ischia ultima modifica: 2016-05-06T02:05:30+00:00 da Staff Ischiasite
Condividi: